Consiglio Grande e Generale: le pensioni in primo piano

Sulla legge stralcio delle pensioni tutti d’accordo sulla necessità di procedere con un necessario aggiornamento della normativa. Il testo legislativo del 2005 riconosceva la parzialità dell’intervento e fissava la necessità di adottare al più presto un testo unico. Ed è proprio questo che le opposizioni chiedono a gran voce, pur riconoscendo che la legge in votazione rappresenta un passo in avanti che risponde ad una serie di esigenze manifestate dai cittadini. Si dichiara d’accordo il Segretario di Stato alla Sanità Mauro Chiaruzzi, che rassicura l’aula affermando: “stiamo lavorando per questo”. Ma le opposizioni non mancano di evidenziare i ritardi e contestano il metodo con il quale si sta procedendo. L’introduzione del secondo pilastro è stata abrogata, per rispondere al quesito referendario presentato in materia, ma sono mancati i passaggi successivi – evidenziano le minoranze – per garantire al sistema previdenziale sammarinese un meccanismo che possa preservare i livelli pensionistici. Il Governo indica questo passaggio tra le priorità e si prende l’impegno di arrivare quanto prima ad un provvedimento che completi il percorso di riforma avviato. Nella giornata di venerdì si passerà all’esame dei singoli articoli di questa legge stralcio e solo allora si conoscerà il numero degli emendamenti presentati. Al momento c’è da registrare una sollecitazione degli Europopolari, sottoscritta dalle altre forze di opposizione, che propongono di modificare i punti che riguardano i congedi parentali, e suggeriscono l’inserimento di… continua

Estratto da SANMARINORTV 

Annunci
Pubblicato su Economia, Finanza, Lavoro, Pensioni, Politica. Commenti disabilitati su Consiglio Grande e Generale: le pensioni in primo piano

Previdenza complementare: iniziato il confronto governo-sindacato

Riforma delle pensioni, è iniziato il confronto sulla previdenza complementare. Nella mattinata di martedì 11 marzo una delegazione del governo ha incontrato le confederazioni sindacali per affrontare il tema del completamento del sistema pensionistico attraverso la realizzazione del secondo pilastro. 

Questo primo appuntamento è servito al governo per illustrare un documento-proposta che contiene alcune ipotesi di lavoro sulla previdenza complementare e aggiornare il tavolo di confronto a fine mese. 

La Centrale Sindacale Unitaria, nell’affermare che la previdenza complementare costituisce un… continua

Estratto da SANMARINOWEB 

Pubblicato su Economia, Finanza, Lavoro, Pensioni, Politica, Sindacato. Commenti disabilitati su Previdenza complementare: iniziato il confronto governo-sindacato

Le parti sociali, i “garanti” della dinamica retributiva.San Marino e la dinamica salariale: scala mobile, MPR e contrattazione collettiva

Come non di rado accade in numerosi ambiti evolutivi dell’ordinamento giuridico, a San Marino l’abolizione della scala mobile ha preceduto, seppure di un solo anno, l’estinzione dell’omonimo istituto italiano, soppresso nel 1992. Il posto del meccanismo di indicizzazione automatica di stipendi e salari fu preso, per qualche anno, da un sistema di adeguamento retributivo pressoché identico a quello scaturito in Italia dallo storico accordo del 1993. La formula in questione, denominata MPR (Meccanismo di Programmazione delle Retribuzioni), aveva il triplice pregio di rompere con i preesistenti automatismi retributivi, di iniziare a conferire alle parti sociali quel ruolo di “autorità salariali” prima oscurato dalla scala mobile, e di spostare gradualmente sul terreno della contrattazione collettiva il fulcro della definizione dei trattamenti economici. Anche sul Titano, dunque, si aprì l’era della “copertura negoziata” dal caro-vita, con le parti sociali intente ad allineare in sede di contrattazione le retribuzioni all’inflazione programmata, mutuata dal Dpef italiano, e a compararla a quella reale all’interno di una trattativa che ogni due anni le vedeva riunite per il calcolo consuntivo dell’eventuale scostamento registrato e per la determinazione del relativo conguaglio da riconoscere ai lavoratori. 

In sintesi, una volta liquidato il meccanismo automatico di copertura, anche a San Marino organizzazioni dei lavoratori e degli imprenditori cominciarono ad appropriarsi del ruolo di “garanti” della dinamica salariale, all’interno di una nuova visione contrattuale in cui la tutela dall’inflazione si era trasformata in un obiettivo strategico comune da perseguire attraverso forme, ancora acerbe ma efficaci, di negoziazione. Tuttavia anche per questo sistema “intermedio” di adeguamento retributivo giunse ben presto l’età del pensionamento, per la verità alquanto precoce. Il MPR venne infatti gradualmente abbandonato in tutti i settori, e questo perché, pur differenziandosi dalla scala mobile, espropriava in misura ancora troppo elevata le parti sociali da una contrattazione collettiva vera e propria e sacrificava, nell’ottica di una logica preminente di preservazione dei salari dagli effetti dell’inflazione, il riconoscimento degli incrementi legati alla valorizzazione delle professionalità e delle mansioni. 

In poche parole, con la sua natura di meccanismo “semi-automatico”, il MPR sostanziava ancora un inutile retaggio del passato. Come tale, quindi, un anacronismo bandito da tutte le economie più evolute. E così avvenne anche sul Titano. Dalla fine degli Anni ’90 (si veda il contratto collettivo dell’industria valido per il triennio 1999-2000), la tutela del potere d’acquisto dei salari ricadde pertanto in toto sotto la “giurisdizione” della contrattazione collettiva. Cambia di… continua

Estratto da SANMARINOWEB

Pubblicato su Diritti, Economia, Lavoro, Pensioni, Politica, Sindacato. Commenti disabilitati su Le parti sociali, i “garanti” della dinamica retributiva.San Marino e la dinamica salariale: scala mobile, MPR e contrattazione collettiva

A San Marino quello della previdenza complementare è un tema che scotta

La previdenza complementare era già stata regolata per legge, legge poi abolita per evitare un referendum già indetto per il febbraio 2007. 

Nel programma di governo varato il 28 novembre 2007 c’è un riferimento specifico al tema: si parla di concertazione con i rappresentanti dei lavoratori e delle categorie economiche. 

Concertazione che…

Estratto da www.libertas.sm/News_altre_notizie/news_dettaglio.php?id=5302 

Pubblicato su Economia, Finanza, Pensioni, Politica, Sindacato. Commenti disabilitati su A San Marino quello della previdenza complementare è un tema che scotta

Aggiornati gli indici di previdenza.

Pensioni ordinarie +1,7%; pensione privilegiate + 2,67%. Retribuzione media lavoratore industria 1.729 euro – La Segreteria di Stato alla Sanità e Sicurezza Sociale, alla Previdenza e alle Pari Opportunità, comunica che nella seduta di lunedì 28 gennaio 2008, il Congresso di Stato ha approvato gli aggiornamenti, previsti dalle Leggi vigenti, in materia di previdenza e assegno di accompagnamento adottando i relativi Decreti e invitando l’Ecc.ma Reggenza a provvedere alla loro promulgazione.

 

Estratto da www.sanmarinoweb.com 

Pubblicato su Finanza, Pensioni. Commenti disabilitati su Aggiornati gli indici di previdenza.

CSU: disappunto per il rinvio degli incontri sulle pensioni

La Centrale Sindacale Unitaria con una nota esprime disappunto per il rinvio di due incontri specifici sulle pensioni. Secondo Giovanni Ghiotti e Marco Beccari si tratta di un segnale …..

Estratto da www.sanmarinortv.sm 

Pubblicato su Economia, Pensioni, Politica, Sindacato. Commenti disabilitati su CSU: disappunto per il rinvio degli incontri sulle pensioni

Pensioni: riparte il confronto governo-sindacati

Consenso parziale del sindacato sul provvedimento stralcio in materia pensionistica, all’ordine del giorno della prossima sessione consigliare. 

La CSU conferma l’intesa raggiunta sulla pensionabilità dell’aspettativa post partum e la solidarietà verso i dipendenti che perdono il lavoro poco prima dell’ingresso in pensione.Le perplessità del sindacato riguardano le modifiche apportate dal governo su part-time e disincentivi, mentre non c’e’ condivisione su altri aspetti del provvedimento stralcio come la revisione della gradualità nell’ingresso in…

Estratto da www.sanmarinortv.sm/economia/default.asp?id=33&id_n=23888