Segreto bancario, Banca Centrale di San Marino e Guido Bossone Governatore

Che non fosse una scelta semplice per la Repubblica di San Marino arrivare ad una ridefinizione dell’identità della Banca Centrale di San Marino era comprensibile. Non è stato semplice nemmeno per i candidati finora succedutisi accettare la proposta all’incarico di Governatore della Banca Centrale sammarinese. Guido Bossone, professionista di alto profilo proveniente dalla Banca Mondiale sembra aver scelto di accettare il delicato compito di condurre verso nuovi scenari il sistema bancario sammarinese. In gioco la nuova formulazione del segreto bancario sammarinese (particolarmente delicato dopo la “rinuncia” di Andorra e Lietchenstein), la riorganizzazione strutturale del settore (oggi composto da 12 banche) e la formazione di nuove professionalità in grado di offrire standard di servizio sempre maggiori alla clientela storica e potenziale del sistema bancario sammarinese del futuro prossimo.
Che ne è di un sammarinese d’eccezione, che avrebbe potuto essere preso in considerazione per lo stesso incarico, che vanta un percorso professionale unico nel settore: Roberto Mario Billi? Il giovane economista, laureato in Economia a Bologna, ex-funzionario di Banca Centrale di San Marino, poi perfezionatosi alla London School of Economics, al Center for Financial Studies, Goethe University Frankfurt, al Kiel Institute for the World Economy, poi alla Banca Centrale Europea e ora nello staff di economisti della Federal Reserve nel Kansas USA, avrebbe posseduto molte delle richieste qualità per questo ruolo.

Ringraziamo INGLESEOK per sostenere l’attività di SANMARINOEXPLORER e per rappresentare un’eccellenza nella realizzazione di Corsi di Inglese professionale per le aziende, le banche e i professionisti della Romagna, da Pesaro a Rimini fino a Cesena e Forlì.

Pubblicato su Uncategorized. Commenti disabilitati su Segreto bancario, Banca Centrale di San Marino e Guido Bossone Governatore
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: