A San Marino obiettivo ambizioso: diventare il primo Stato ad emissioni zero

Lo fissa il primo piano energetico, varato nel luglio scorso, e a sentire gli esperti è possibile. La volontà è quella di ridurre i consumi energetici del 30% e visti i costumi che fino ad ora si sono affermati non sarà una passeggiata. Il consumo pro capite di energia dei sammarinesi è pari a una volta e mezzo quello degli italiani, cinque volte i limiti posti dalla provincia di Bolzano. La più sprecona è la Pubblica Amministrazione, che assorbe il 10% dell’energia totale, e a sentire i tecnici potrebbe risparmiarne il 50%. 
“Il Giappone – ha spiegato Giovanni Carrada, divulgatore scientifico ed autore della trasmissione televisiva Superquark – ha raddoppiato la sua economia ma tenuto fermi i consumi agli stessi livelli del 1970, mentre una multinazionale del settore elettronico ha ridotto costantemente i consumi del 5% all’anno, risparmiando, alla fine, qualcosa come 130 milioni di dollari. Sono risorse distratte dai… continua.

Estratto da SANMARINORTV

Pubblicato su Ambiente, Economia, Energia, San Marino. Commenti disabilitati su A San Marino obiettivo ambizioso: diventare il primo Stato ad emissioni zero
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: