LE ICT NON FUNZIONANO SENZA CAPITALE ORGANIZZATIVO

di Paolo Neirotti Emilio Paolucci 11.02.2008

Un’indagine su più di duecento grandi aziende manifatturiere e di servizi italiane mostra che per circa il 70 per cento, gli investimenti in Ict hanno permesso una riduzione dei costi amministrativi. Decisamente inferiori, invece, le percentuali di imprese che hanno ottenuto ritorni nello sviluppo prodotto o nella gestione delle relazioni con i clienti. Spesso per l’incapacità di apportare i necessari cambiamenti organizzativi, con la modifica dei processi decisionali e maggiore attenzione al capitale umano. Difficile dunque un effetto sulla produttività.

Nel dibattito sulle dinamiche di produttività del nostro paese, le Information and Communication Technologies (Ict) vengono spesso chiamate in causa come “grandi assenti” a cui imputare parte delle responsabilità per il gap competitivo italiano. Diversi confronti internazionali evidenziano infatti un ritardo delle imprese nell’adozione delle Ict, mettendo in luce un uso di tali tecnologie inferiore alle potenzialità consentite dall’infrastruttura disponibile. (1)

L’INDAGINE

Attraverso un’indagine compiuta su … continua.

Estratto da www.lavoce.info

Pubblicato su Capitale Umano, Economia, Lavoro, Risorse Umane, Tecnologia. Commenti disabilitati su LE ICT NON FUNZIONANO SENZA CAPITALE ORGANIZZATIVO
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: