GdF: da settembre al confine di San Marino, la replica di Macina

Controlli più serrati, da settembre, nel trasferimento di denaro contante tra Italia e San Marino, con una camionetta che stazionerà nei pressi del confine. Li ha annunciati un ufficiale della Guardia di Finanza di Rimini.

Il Segretario di Stato Macina, nega categoricamente questa eventualità. 
“La questione del denaro transfrontaliero e della imminente nuova normativa europea in materia, l’abbiamo discussa quindici giorni fa a Roma al ministero del tesoro. E’ in fase di stesura il verbale. E non mi risulta assolutamente che l’Italia voglia installare una sorta di dogana ai confini con San Marino”. Il Segretario di Stato alle Finanze Stefano Macina, commenta così le dichiarazioni del tenente colonnello della Polizia Tributaria di Rimini Gianfranco Lucignano, che ha preannunciato la presenza di una pattuglia delle Fiamme Gialle, in prossimità dell’ingresso in Repubblica, a partire da settembre, per controlli sui flussi di contanti, superiori ai 10mila euro. “Il problema non è tra San Marino e Italia – prosegue Macina –. Le stesse misure verranno introdotte tra paese e paese dell’Unione Europea e la soluzione che … continua.

Estratto da SANMARINORTV

Pubblicato su Economia, Finanza, Fiscalità, Giustizia, Italia. Commenti disabilitati su GdF: da settembre al confine di San Marino, la replica di Macina
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: