Giovanni Giardi: Mckinsey e Studio Ambrosetti sono consulenti, altra la responsabilità della politica

Giovanni Giardi ha le idee chiare in merito alla responsabilità della politica nel prendere le decisioni per il paese indipendentemente dalla rinomanza e dal valore dei consulenti utilizzati per maturarle, tipo Mckinsey o Studio Ambrosetti.

Giardi scrive su La Tribuna Sammarinese in riferimento, in questo caso, a McKinsey: “le indicazioni politiche debbono essere date dal Governo (noi non abbiamo votato un consulente) alla luce del sole, nella consapevolezza anche dei cittadini altrimenti il consulente proporrà le conclusioni che vuole il committente date in forma riservata o quello che gli sta comodo”.

Quel che sorprende è il fatto che, benché consegnato a novembre 2007, l’elaborato realizzato da McKinsey non sia stato ancora presentato in forma ufficiale e reso pubblico nel testo ufficiale nonostante,…continua.

Estratto da LIBERTAS

Pubblicato su Attualità. Commenti disabilitati su Giovanni Giardi: Mckinsey e Studio Ambrosetti sono consulenti, altra la responsabilità della politica
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: