Nuovo corso per le poste sammarinesi

Arriva la 13esima banca a San Marino e si chiama: “Poste sammarinesi”. Non avrà tutti i servizi che forniscono gli istituti di credito, mancheranno insomma mutui e fondi di investimento, ma per il resto, come conti correnti, carte di credito, pagamento di tasse e bollettini delle utenze, sarà in tutto e per tutto come una banca. 

A darne ufficialmente notizia, dopo le anticipazioni di San Marino OGGI, ieri il segretario di Stato alle finanze Stefano Macina e il direttore delle Poste, Rosa Zafferani in occasione del primo passaggio verso questo nuovo corso delle poste sammarinesi, ossia l’informatizzazione e l’automazione dei vari uffici. “Si tratta di un progetto complessivo – ha spiegato il segretario Macina – che rientra nell’ambito del programma economico già approvato per il 2008”. Le Poste, secondo le indicazioni del governo, saranno quindi svincolate dalla Pubblica amministrazione anche se non proprio privatizzate del tutto. “Saranno svincolate dalla Pa – ha dichiarato Macina – ma manterranno sempre una forma pubblica. Sarà una struttura operativa autonoma ma disciplinata. Dobbiamo ancora però valutare la formula migliore, se quella di un Ente, come per i Giochi, oppure di una Spa. Di certo non si potrà liberalizzare tutto il settore postale”.(…)

L’ostacolo più grosso rimane ora la revisione della…continua

Estratto da SANMARINOWEB

Pubblicato su Economia, Finanza. Commenti disabilitati su Nuovo corso per le poste sammarinesi
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: