Consiglio Grande e Generale: le pensioni in primo piano

Sulla legge stralcio delle pensioni tutti d’accordo sulla necessità di procedere con un necessario aggiornamento della normativa. Il testo legislativo del 2005 riconosceva la parzialità dell’intervento e fissava la necessità di adottare al più presto un testo unico. Ed è proprio questo che le opposizioni chiedono a gran voce, pur riconoscendo che la legge in votazione rappresenta un passo in avanti che risponde ad una serie di esigenze manifestate dai cittadini. Si dichiara d’accordo il Segretario di Stato alla Sanità Mauro Chiaruzzi, che rassicura l’aula affermando: “stiamo lavorando per questo”. Ma le opposizioni non mancano di evidenziare i ritardi e contestano il metodo con il quale si sta procedendo. L’introduzione del secondo pilastro è stata abrogata, per rispondere al quesito referendario presentato in materia, ma sono mancati i passaggi successivi – evidenziano le minoranze – per garantire al sistema previdenziale sammarinese un meccanismo che possa preservare i livelli pensionistici. Il Governo indica questo passaggio tra le priorità e si prende l’impegno di arrivare quanto prima ad un provvedimento che completi il percorso di riforma avviato. Nella giornata di venerdì si passerà all’esame dei singoli articoli di questa legge stralcio e solo allora si conoscerà il numero degli emendamenti presentati. Al momento c’è da registrare una sollecitazione degli Europopolari, sottoscritta dalle altre forze di opposizione, che propongono di modificare i punti che riguardano i congedi parentali, e suggeriscono l’inserimento di… continua

Estratto da SANMARINORTV 

Pubblicato su Economia, Finanza, Lavoro, Pensioni, Politica. Commenti disabilitati su Consiglio Grande e Generale: le pensioni in primo piano
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: