Paniere a prezzi bloccati, la CSU invita i gruppi commerciali alla collaborazione

Il paniere a prezzi bloccati non nasce a Mosca, ma vicino a nostri confini e con la piena collaborazione tra catene commerciali e associazioni dei consumatori!

 

La CSU replica così alla netta chiusura dei gruppi Sma, La Sociale, Titancoop e Conad Azzurro sulla proposta di attivare iniziative comuni per combattere il caro vita, respingendo fermamente le accuse di fare “demagogia fuorviante”: “Non è certo demagogia avanzare proposte per dare risposte concrete alle necessità dei cittadini, sottoposti a continui aumenti di prezzi e balzelli”. 

 

“A seguito dell’azione intrapresa nei giorni scorsi sul fronte dei prezzi – spiega la Centrale Sindacale Unitaria – con la piena condivisione delle associazioni dei consumatori sammarinesi (Sportello dei Consumatori ed ASDICO), ci attendevamo un atteggiamento di disponibilità da parte dei principali gruppi sammarinesi operanti nella distribuzione commerciale. Invece sugli organi di informazione è arrivata la piccata risposta ed una netta chiusura alla nostra proposta di collaborazione finalizzata a creare un paniere di prodotti di largo consumo a prezzi bloccati”. 

 

La CSU sottolinea che “è del tutto fuori luogo accusare il sindacato di politiche di stampo sovietico, quando invece l’unico vero obiettivo è quello di attivare politiche che possano contrastare l’aumento dei prezzi e, conseguentemente, favorire il rilancio dei consumi. Del resto la proposta del paniere a prezzi bloccati nasce non a Mosca, ma molto più vicino ai nostri confini. Basta guardare a quanto accade in Italia per trovare decine di accordi a livello locale fra associazioni dei consumatori e catene della grande distribuzione che hanno l’obiettivo di…

 

Estratto da www.csdl.sm/default.asp?id=879&id_n=1676&Pagina=1 

Pubblicato su Economia, Sindacato. Commenti disabilitati su Paniere a prezzi bloccati, la CSU invita i gruppi commerciali alla collaborazione
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: