Il progetto di legge sulla vigilanza per le attività economiche in Congresso di Stato

Il Governo conferma la volontà di procedere con il progetto di legge sulla vigilanza per le attività economiche e presenterà presto il provvedimento in prima lettura al Consiglio Grande e Generale con lo stesso testo approvato dall’esecutivo. L’obiettivo – spiega il Congresso di Stato – è quello di garantire e salvaguardare l’affidabilità del nostro sistema economico, e di tutelare l’immagine di San Marino. Un passo importante sulla strada della crescita complessiva della Repubblica.Pretestuose vengono giudicate alcune critiche che per il Governo non hanno fondamento. Resta la volontà di mantenere aperto il confronto per eventualmente migliorare il testo legislativo, ma l’opposizione – tuona Tito Masi – deve dire come intende affrontare la questione. Non si può continuare a gridare ai 4 venti che si devono combattere le anomalìe e tutelare le aziende sane e poi gridare allo scandalo se si prevedono strumenti di controllo che vanno proprio in questa direzione. La prima bozza è stata inviata alle Categorie economiche e alla Banca Centrale – spiega il Governo – siamo in attesa di ricevere le loro osservazioni e sulla base di questa siamo pronti ad avviare il confronto. Nessuna deroga al Segreto Bancario – aggiunge Pier Marino Mularoni – sarà la stessa Banca Centrale ad…

Estratto da www.sanmarinortv.sm/politica/default.asp?id=32&id_n=24401&Pagina=2 

Pubblicato su Economia, Finanza, Fiscalità, Giustizia, Politica. Commenti disabilitati su Il progetto di legge sulla vigilanza per le attività economiche in Congresso di Stato
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: