Caso Italease: l’inchiesta porta a San Marino

Sono arrivate da San Marino le prime risposte alle rogatorie per recuperare il denaro sottratto a Italease da una associazione per delinquere che operava all’interno della stessa banca. Si parla di 70, forse 80 milioni di euro spariti in 3 anni, e secondo i sospetti degli investigatori finiti in Austria e sul Titano. In carcere è finito l’ex amministratore delegato Massimo Faenza insieme a Massimo Sarandrea e Roberto Fabbri impegnati nella gestione di prodotti finanziari derivati. Arrestati anche due mediatori Claudio Calza e Luca De Filippo. Associazione per delinquere finalizzata all’appropriazione indebita è l’accusa per tutti.

Estratto dawww.sanmarinortv.sm 

Pubblicato su Economia, Finanza, Giustizia, Italia. Commenti disabilitati su Caso Italease: l’inchiesta porta a San Marino
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: