Una nuova macchina trasportabile per la conservazione del fegato da trapiantare

San Marino luogo di promozione e sviluppo della ricerca scientifica, questo potrebbe essere il titolo della giornata nella quale un gruppo di Ricercatori Sammarinesi ed Italiani, coordinati dal Prof. Michele Rubbini, presenteranno i risultati finora conseguiti, nell’ambito della ricerca volta a individuare un nuovo modo di conservare i fegati destinati al trapianto.

La conservazione del fegato destinato al trapianto viene attualmente ottenuta mediante raffreddamento rapido dell’organo fino a 4C° e lavaggio con particolari soluzioni. Vi sono allo studio nuovi metodi di conservazione che si avvalgono di macchine per la perfusione a bassa temperatura continua dell’organo. Tali macchine hanno consentito sia l’allungamento dei tempi di conservazione che la utilizzazione sperimentale di fegati provenienti da donatori a cuore non battente. Volendo eliminare i danni da freddo , allungare i tempi di conservazione, ampliare la disponibilità dei fegati destinati al trapianto utilizzando anche quelli sottoposti a brevi periodi di ischemia calda, abbiamo costruito una macchina trasportabile che realizza un ambiente iperbarico e che consente la perfusione continua del fegato.

 

Estratto da www.sanmarinonotizie.com 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: