La frode fiscale e l’agente pagatore

A leggere l?ACCORDO del dicembre 2004 fra la Comunità Europea e la Confederazione svizzera in materia di collaborazione sulla tassazione dei redditi da risparmio, si resta quanto meno sorpresi (1). I tempi cambiano, inizia l?epoca della chiarezza e della trasparenza. Dei conti e depositi segreti, rintracciabili attraverso sigle alfanumeriche che in passato rappresentavano per il territorio Elvetico uno dei principali elementi di distinzione per effetto di una riservatezza blindata, rimane ormai un lontano ricordo. Ne siamo felici (2). L?Accordo sottoscritto, individua nella figura dell?Agente pagatore ? ex art.6 dell?Accordo ? il preposto alla contabilizzazione degli interessi da corrispondere al ?risparmiatore?, attraverso una ritenuta alla fonte compresa fra…

Estratto da www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_2861.asp 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: